COPENHAGEN


14/15 AGOSTO 2010
Capitale della Danimarca, è indiscutibilmente la città più importante di questo paese che si allunga verso il Baltico e che conta poco più di 5 milioni di abitanti.

Una posizione come quella di Copenhagen non poteva non privilegiare le attività marittime di ogni tipo: dai cantieri alla pesca, dai traffici marittimi alle spedizioni... tutta l'attività principale si concentra nel porto che è certamente uno dei più attivi di tutta l'Europa settentrionale.
Arriviamo a Copenhagen di prima mattina dopo un tranquillissimo viaggio aereo. Purtroppo piove, ma non potevamo aspettarci qualcosa di troppo diverso... qui il sole e la pioggia si alternano continuamente (con netta vittoria della pioggia). Comunque siamo attrezzati: 3 ombrellini pieghevoli che stanno un pò ovunque, anche in tasca del giubbetto e 3 cerate per ripararci dal possibile vento.
Ci fermeremo a Copenhagen per la notte, per poi imbarcarci su Costa Deliziosa l'indomani.
Raggiungiamo l'albergo che si trova nella Raadhuspladsen, nel centro della città. Depositiamo i bagagli e ci incamminiamo alla scoperta di questa meravigliosa città.
Appena fuori dall'albergo troviamo il capolinea del City Sightseeing, i pullman turistici a due piani. E' molto comodo per spostarsi all'interno della città, snodandosi su tre diverse linee (rossa, gialla e verde) copre tutti i luoghi di maggior interesse e come tutti i pullman turistici, si può scendere e salire ad ogni fermata e cambiare linea in ogni momento. Il costo del biglietto è di 150 DKK ed è valido per due giorni, cosa utilissima per noi che appunto staremo a Copenhagen per due giorni. Decidiamo di acquistare i biglietti (Camilla non paga). Saliamo sul pullman a scendiamo alla fermata del Nyhavn.
Nyhavn è l'antico porto di Copenhagen, anche se il suo nome significa Porto Nuovo ed è sicuramente uno dei punti centrali del turismo. Ci sono tantissimi caffè e locali di ogni genere; inoltre da qui partono molte imbarcazioni turistiche che navigano sui numerosi canali della città.


Nyhavn
Facciamo una piccola passeggiata qui e poi ci incamminiamo verso lo Storget, che è considerato il vero centro di Copenhagen. Si tratta di una serie di strade pedonali su cui si affacciano tantissimi negozi e grandi magazzini. Il nostro pancino inizia a brontolare e non ci facciamo quindi scappare l'occasione di assaggiare il famoso "Smorrebrod" che è un grosso panino di segale imbottito di ogni genere di alimento (a scelta ovviamente).  E' un'esperienza unica, da provare!

Storget
Continuiamo il nostro tour e in breve tempo ci rendiamo conto che Copenhagen non è poi così grande ed è tranquillamente visitabile a piedi. Saliamo sulla Rundetarn, ovvero la torre rotonda, alta 35 mt. L'interno è spoglio ma originale, come la struttura: infatti un unico camminamento a spirale volteggia fino alla cima., sbucando all'esterno per vedere un panorama notevole della città.

Rundetarn
Una volta scesi vediamo la Christiansborg Slotkirke, la Holmens Kirke, la Borsen, la Kongens Nytorv.
Risaliamo sul City Sightseeing per fare un giro generale di quella parte ci città che oggi non abbiamo potuto vedere, in particolar modo Christiania, particolare quartiere hippy, dove non vige alcuna legge. La vediamo solo dall'alto, perchè sinceramente non è proprio opportuno entrarci con Camilla e la cosa che ci colpisce di più è sicuramente la fiumana di turisti che cammina nella via centrale del quartiere.
Successivamente vediamo la Den Sorte Diamant, la famosa biblioteca costruita con il granito nero importato dallo Zimbawe. E' bellissima e maestosa.
Torniamo in albergo stanchi per darci una rinfrescata per cena, ma quando poi usciamo c'è il diluvio universale. L'acqua che scende è talmente tanta che non si riesce a vedere e sentire nulla. Mangiamo velocemente e rientriamo in albergo.
La mattina dopo approcciamo alla tipica colazione danese.... devo dire che i dolcetti non erano niente male, ma ragazzi lo yogurt fresco è immangiabile!!! Usciamo dall'albergo e portiamo le valige al porto per poi riprendere la visita alla città prima di imbarcarci. Vediamo la fontana di Gefion che si trova vicino alla statua della Sirenetta, che accidenti hanno pensato bene di portare a Shanghai per l'Expò!!! Continuiamo vedendo la particolare zona intorno al Kastellet: ha una pianta a forma di stella, con una sorta di terrapieno erboso alla cui sommità sono piantati degli alberi. Infine vediamo l'Amalienborg, sede della residenza danese.

Kastellet
Fontana di Gefion
Cosa dire di Copenhagen... è molto bella, tranquilla, piena di giovani, facile da girare. Tutti parlano l'inglese, quindi non ci sono difficoltà di comunicazione. Ci sono angoli molto caratteristici che non si possono dimenticare come il Nyhavn o lo Storget. E' stata sicuramente una bella esperienza per tutti e tre, soprattutto perchè il nostro termometro è Camilla... se lei si diverte è divertente e piacevole anche per noi.
Il consiglio è sicuramente quello di avere sempre con sè un ombrellino.
Copenhagen è una città che merita di essere visitata e sicurmante dovremo ritornarci... come non vedere la famosissima statuta della Sirenetta?


12 GIUGNO 2011
Torniamo a Copenhagen con piacere e approfittiamo della sosta per soffermarci in quei luoghi della città che lo scorso anno non avevamo potuto visitare.
La giornata è limpida (che fortuna!), non caldissima, ma va bene così.
Il porto è un po' fuori rispetto al centro e così decidiamo di prendere un pullman turistico, che qui a Copenhagen funzionano molto bene.
Scendiamo alla fermata dell'Amalienborg, sede della residenza reale danese. Il complesso è composto da quattro palazzine e la piazza ottagonale sulla quale si trovano è molto grande. Da lì facciamo quattro passi e ci dirigiamo verso il Nyhavn (porto antico). Questa volta lo vediamo con il sole ed è ancora più caratteristico di come lo ricordavamo. Facciamo un giro e qualche foto per poi riprendere il pullman con destinazione Rosenborg Slot.
Il castello di Rosenborg è di epoca rinascimentale ed è circondato da giardini magnifici. Iniziamo con la visita al castello, che risulta ben tenuto. Ogni camera è curata nei minimi dettagli e quando poi arriviamo alla stanza del tesoro ci troviamo di fronte a dei gioielli magnifici, corone comprese.
Usciti dal castello approfittiamo della giornata di sole per farci un giro nel parco adiacente al castello. E' grande, pulito ed il verde dell'erba è brillante. Si vedono tantissime persone che come noi, si godono il sole, che diciamo la verità, qui a Copenhagen è una fortuna trovare.
Ci dirigiamo verso l'ultima tappa della nostra giornata, il Botanisk Have. E' un meraviglioso giardino botanico nel cuore della città ed è un posto estremamente tranquillo per godersi un po' di relax. Ci fermiamo in un piccolo caffè che si trova all'interno per fare un piccolo spuntino e ripartire poi alla scoperta del Botanisk Have.
Il giardino è molto grande, bello e c'è una serra che assomiglia ad un palazzo di cristallo.
Concludiamo qui la nostra visita a Copenhagen, che ancora una volta ci ha sorpresi per la pulizia e l'ordine, ma soprattutto per la disponibilità e la gentilezza dei suoi abitanti.

Nessun commento:

Posta un commento