EDIMBURGO










15 GIUGNO 2011
Edimburgo, capitale della Scozia e sede del parlamento scozzese è una delle città più famose della Gran Bretagna.
Arriviamo di prima mattina e fortunatamente non piove. La temperatura è frizzantina ma siamo contenti così.
La nave non può attraccare perchè non c'è un vero e proprio porto e quindi si sbarca in rada. Dopo circa un quarto d'ora di battello arriviamo al piccolo porticciolo e prendiamo il bus navetta che ci porterà al centro di Edimburgo. Nel tragitto (30 minuti circa) vediamo dei prati sconfinati e tanto verde. E' molto bello.
Con il pullman arriviamo all'incrocio tra Princess Street e Waterloo Place, in pieno centro. La città appare subito molto bella e caratteristica ed il famoso "Castello di Edimburgo" spicca sopra a tutto.
Dirigendoci verso il Castello passiamo di fronte alla St. Giles Cathedral ed essendo già aperta, decidiamo di fermarci. La struttura è gotica e ha delle superbe vetrate. All'interno c'è la Thistle Chapel che è sede dell'ordine del Cardo, supremo ordine cavalleresco scozzese. Sembra quasi di fare un tuffo nel passato.. Camilla è incantata, ovviamente a lei ritornano in mente i cavalieri e le dame delle favole, ma non è troppo lontana dalla reltà.

St Giles Cathedral

Usciti dalla cattedrale andiamo al Castello.
Il "Castello di Edimburgo" è forse il Castello scozzese più famoso del mondo. Da fuori è imponente e bellissimo. Facciamo i biglietti per entrare, che a dire il vero non sono molto economici (2 adulti e 1 bambino £ 38.50), ma vi assicuro che ne vale la pena.

Castello

Una volta entrati si apre uno spettacolo incantevole. Iniziamo il nostro viaggio all'interno del castello con la visita al museo della guerra. Qui sono racchiuse tutte le uniformi, gli oggetti, le armi dell'esercito scozzese dai tempi memorabili. La stanza però che colpisce di più è sicuramente l'ultima che vediamo. E' una mostra fotografica che ha come soggetto l'esercito scozzese in missione di pace durante i conflitti dell'ultimo secolo. Le immagini non sono cruenti o forti, anzi sono molto toccanti e vanno dritte a destinazione.
Proseguiamo la nostra visita all'esterno e ogni angolo è estremamente caratteristico. Arriviamo alla St. Margaret's Chapel, che è la parte più antica del Castello. E' molto piccola, ma carina e merita una visita. Dalle mura di fronte si può vedere un piccolo cimitero molto particolare. Qui sono sepolti i cani mascotte degli ufficiali.
Dopo aver fatto uno spuntino proseguiamo la nostra passeggiata ed entriamo nelle Prisons of war. Ci sono le ricostruzioni fedeli delle carceri dei prigionieri di guerra dal 1757 al 1814. Inoltre sono esposte tre porte di legno originali dell'epoca, incise dai prigionieri. Tutto parla della guerra d'Indipendenza americana dal Regno Unito.
Proseguiamo la visita alle prigioni e passiamo nella parte più recente, utilizzata durante la seconda guerra mondiale e vi assicuro che non è così "pittoresca" come la precedente. Tutto è freddo e tetro, le celle sono piccole e alla porta di ognuna viene riportato il nome del prigioniero, la motivazione della carcerazione e la durata.
Sono quasi le 13 e non possiamo perderci lo sparo del One o'Clock Gun, così ci dirigiamo verso l'entrata e all'una spaccata assistiamo allo spettacolo, o meglio al "botto".
Terminiamo così la visita la "Castello di Edimburgo" e ci spostiamo verso il Grassmarket e Victoria Street. Sono vie piene di locali eccentrici e negozi, dove sicuramente potrete trovare il souvenir giusto. Ovviamente tutto ciò che ci circonda ci riporta al kilt, alla cornamusa ed all'inconfondibile stile scozzese.
Ritorniamo sul Royal Mile e dopo  aver attraversato Bank St. andiamo a Mound Place per attraversare i Princess Street Gardens. Ci fermiamo per una breve pausa e si può notare come questo parco divida nettamente in due la città, la Old Town dalla New Town.
Ripercorriamo Princes St. in direzione di Waterloo Place per raggiungere la navetta che ci riporterà alla nave.

Cosa dire di Edimburgo? E' una bellissima città, ricca di storia, ma molto grande e purtroppo una giornata non basta per poterla visitare tutta. Noi ci siamo dedicati alla Old Town e soprattutto al Castello e come vi ho accennato sopra, ne vale sicuramente la pena.
E' una città da vivere nella sua interezza, cultura e divertimento... perchè non vanno dimenticati i mitici pub che sono uno più bello dell'altro.

Nessun commento:

Posta un commento