CICLABILE SULL'ADDA











17 GIUGNO 2012
Finalmente dopo settimane di pioggia, riusciamo ad organizzare una bellissima giornata in bicicletta.

La nostra meta è l'Adda. Partendo da Imbersago prendiamo la ciclabile che lo costeggia, cercando di fare più strada possibile!
Arriviamo verso le 9.00, carichiamo le bici e partiamo. Questa volta abbiamo dei compagni di viaggio: Elena, Davide e Riccardo. Ovviamente c'è anche il nuovo componente della famiglia (Pinkipai) che prende posizione nel cestino della mia bicicletta.



La giornata è meravigliosa, il sole è forte, ma si sta veramente bene. La prima parte è sterrata, ma tranquillamente affrontabile con la citybike, poi prosegue con la strada asfaltata. Vediamo alcuni tratti del fiume molto caratteristici, con piccole cascate immerse nel verde. Passiamo il ponte di Calusco e la mia amica Elena sogna di tornare indietro nel tempo per poter fare bungee jumping... se solo ci fossimo conosciute qualche anno prima! Vediamo l'invaso della diga di Robbiate, il ponte di Paderno e la vecchia diga. La prima sosta la facciamo nei pressi di una piccola chiesetta, il Santuario S. Maria della Rocchetta. Qualche foto panoramica e poi via, ancora pedalando. Passiamo le chiuse di Leonardo e la centrale idroelletrica (ripassando nel frattempo il programma di geografia studiato quest'anno da Camilla...) e i nostri pancini iniziano a lamentarsi. Troviamo un posto carino, in mezzo agli alberi e decidiamo di fermarci per il pranzo. In realtà è talmente piacevole che fatichiamo a ripartire... ma il dovere ci chiama! Ci immergiamo nuovamente nel verde, lungo il fiume, incontrando cigni e anatroccoli e godendoci nuovamente lo spettacolo. Arriviamo a Trezzo e facciamo una sosta per un ghiacciolo fresco. Abbiamo fatto 13,5 km e la stanchezza inizia a farsi sentire. Pensavamo di raggiungere Crespi d'Adda, ma pensando al percorso inverso che ci aspetta, decidiamo di sospendere e tornare indietro.
E' stata una giornata meravigliosa, la ciclabile è bellissima ed il panorama che ci ha accompagnato lungo il percorso è veramente incredibile... soprattutto se pensiamo che è a due passi da casa nostra.
I bambini si sono divertiti un mondo e anche noi adulti, tra una battuta e l'altra e una canzoncina e l'altra... vero Elena?!?


Nessun commento:

Posta un commento