MYKONOS










3 LUGLIO 2012
Mykonos è tra le più seducenti delle isole greche, al centro del Mar Egeo. E' rinomata per la vita notturna, feste sulle spiagge e il mare azzurro.
La sfortuna ha voluto che fossimo la prima delle sei navi presenti sull'isola oggi, ad arrivare. Quindi a noi l'onore di attraccare in porto a Tourlos. Siamo quindi distanti qualche chilometro da Mykonos città. Costa mette a disposizione uno shuttle bus a pagamento: il biglietto costa ben 9,50 euro cadauno con la possibilità di usarlo però per tutto l'arco della giornata. In un primo momento pensiamo di non acquistarli, caspita la cifra non è da poco. Una volta arrivati notiamo però che non ci sono taxi nei paraggi, se non quelli chiamati dai vicini di yatch e farsela a piedi con Camilla... Fuori dalla nave c'è il bus locale, potrebbe essere una possibilità: costo 6 euro (andata e ritorno), che non combacia con la nostra idea di uscire nuovamente questa sera, perchè dovremmo comprare un doppio biglietto ciascuno. Quindi rimaniamo un po' incastrati e prendiamo lo shuttle bus che ci porta all'inizio della città.
E' la terza volta che veniamo a Mykonos ed è come sempre da mozzare il fiato! Iniziamo il nostro tour da p.zza Manto, con la statua dedicata all'eroe cittadino. Siamo scesi abbastanza presto, quindi non troviamo ancora molta gente e la brezza ci accarezza la pelle. Percorriamo il lungomare, per arrivare ai mulini che è il punto più esterno. Passiamo dalla chiesa di Paraportiani nel quartiere del Kastro. E' incredibilmente bianca e spicca nel cielo blu cobalto di Mykonos. Il panorama non ti fa respirare tanto è incantevole.



Chiesa di Paraportiani

Attraversiamo il quartiere di Alefkandra, conosciuto come “Little Venice”. E' ancora deserto e possiamo ammirarlo in tutto il suo fascino. Arrivati ai mulini a vento troviamo una piccola discesa che porta al mare da dove è possibile immergersi nell'atmosfera magica di quest'isola. I colori, i profumi, tutto ti entra nella pelle. Terminato il servizio fotografico ci incamminiamo lungo le viette strette della città. Sono incredibili. Ogni angolo è un pezzo di cartolina. Passiamo dalle chiese di S. Giorgio, Santa Barbara e S. Fanourios. Attraversiamo la Laka  e passiamo di fronte alla casa di Lena (chiuso) ed al museo Navale (costo dell'entrata 4 euro). Torniamo verso il mare e non resistiamo alla tentazione di togliere le scarpe e bagnare i piedi. Nel frattempo sono arrivate altre cinque navi e i turisti iniziano ad affollare ogni piccolo angolino. Decidiamo di tornare sulla nave pranziamo, piccolo riposo e poi in piscina. La nave è pressoché deserta ed è tutta per noi.
Dopo cena torniamo con lo shuttle bus in città. Il sole sta tramontando e l'insieme dei colori è veramente spettacolare. Il giallo e il rosso del sole si uniscono fondendosi con il blu del mare. Mykonos in questo momento è più viva che mai. Le viette brulicano di turisti e l'atmosfera è allegra e rilassata. Una volta calato completamente il sole le luci della città risaltano nella baia.



Mykonos è sicuramente una delle isole più attraenti e affascinanti di questa crociera. I colori, i profumi, la precisione di ogni dettaglio la fanno amare e apprezzare in tutto il suo splendore.


Nessun commento:

Posta un commento