SANTORINI










4 LUGLIO 2012
Santorini è una delle isole più magiche della Grecia. E' arida e rocciosa con spiagge rosse e nere e le città situate sulle alte scogliere che offrono panorami mozzafiato.

Arriviamo a Santorini di prima mattina e il sole splende nel cielo color zaffiro. Il balcone della nostra cabina è proprio verso il porto vecchio e come sempre il panorama non tradisce le nostre aspettative.
Scendiamo presto perchè la giornata è calda ed inoltre insieme a noi ci saranno altre navi, quindi tra poco i turisti invaderanno l'isola.
Finalmente per il piacere di mio marito si sbarca in rada. Arrivati al porto vecchio, ci mettiamo in coda per salire sulla funicolare. Come da tradizione c'è la possibilità di salire al villaggio di Fira anche a dorso degli asinelli, ma sinceramente non fa per me.
Una volta in cima ci dirigiamo verso la cattedrale cattolica con a fianco il convento domenicano. I colori pastello del campanile e della cupola risaltano del cielo blu. Ci incamminiamo verso la parte più esterna di Fira in direzione Oia. E' un susseguirsi di splendide costruzioni bianche (per la maggior parte alberghi e case vacanze) con piscine terrazze a picco sul mare. Ci sono una tranquillità ed una pace quasi surreale. Da questa parte della città non c'è ancora nessuno ed è meraviglioso. Il panorama che riusciamo a vedere è da togliere il fiato. Ci spostiamo successivamente verso il centro di Fira. Passiamo la Magione di Gizi ed entriamo al museo archeologico (costo del biglietto 3 euro gli adulti, gratis i bambini). Ci tuffiamo poi nelle strette viette brulicanti di persone, con negozi di souvenirs che si susseguono uno dietro l'altro. Che spettacolo! Arriviamo fino in fondo alla città, alla grande cattedrale ortodossa Ypapanti. Il suo colore bianco risalta incredibilmente sul fondo blu del cielo.

Cattedrale Ypapanti

Poco più avanti c'è il museo preistorico (costo del biglietto 3 euro gli adulti, gratis i bambini) che non ci facciamo mancare. Camilla ne rimane estremamente affascinata. Ha appena terminato la 3° elementare e ritrova tutto il programma di storia in queste mura. Ci descrive dettagliatamente ogni piccolo oggetto che vede, spiegandone l'utilizzo e la costruzione. E' un piacere ascoltarla.
Il sole nel cielo è sempre più caldo. L'aria oggi è veramente torrida e di vento ce n'è poco. Torniamo alla teleferica e ci imbattiamo in una coda assurda. Quattro navi da crociera ed una in arrivo sono veramente tante per un'isola così piccola.
Il fascino però di questo posto è strepitoso. I colori del cielo e del mare si fondono dando origine a della sfumature che passano dall'azzurro al blu cobalto. Una piccola chicca, da gustarsi appieno.



Nessun commento:

Posta un commento