ENGLISH TEA, DOVER










Quasi certamente la cosa per cui sono maggiormente famosi gli inglesi è il rito del tè alle cinque.
Pare che questa usanza sia nata in epoca vittoriana grazie ad una duchessa che, essendo alle dipendenze di Sua Maestà, era talmente impegnata da dover consumare il pranzo in fretta. Così verso le cinque del pomeriggio iniziò a farsi portare del tè e alcuni dolcetti per placare i "crampetti al pancino" e divenne talmente un'abitudine che prese ad invitare anche le amiche.
Questa è sicuramente una leggenda e non so quanto possa essere vera, ma è certamente vera la passione che gli inglesi hanno per il tè delle cinque e la preparazione stessa del tè ha delle regole ben precise da seguire.
Qualunque città inglese visitiate, non potete perdervi questa esperienza. E così abbiamo fatto noi, nella nostra visita a Dover nell'agosto 2011.
Premetto che io adoro il tè (rigorosamente Earl Grey) e non potevo che trovare un grande appagamento in questo rituale. Ci siamo accomodati in un piccolo cafè all'interno del castello di Dover, dove molto gentilmente il ragazzo dietro al bancone ci ha consigliato cosa prendere per un vero "English Tea". Quindi insieme alla "traditional cup of tea" abbiamo gustato gli scones con clotted cream e marmellata di fragole. Che delizia!
Gli scones sono dei piccoli panini con l'uvetta (ma non pieni di uva passa come i nostri e molto meno dolci) che vanno tagliati e riempiti di clotted cream e marmellata. Certo la glicemia può risentirne, ma il piacere trova la sua massima aspirazione.
Ci siamo attenuti scrupolosamente al rituale rilassandoci e sorseggiando lentamente il nostro tè, che non va mai bevuto di fretta. Proprio in questo sta il segreto: la tempistica. Il tè va gustato e assaporato ad ogni sorso, in quei momenti l'unica preoccupazione deve essere la nostra "cup of tea" e niente altro.
Sicuramente una vera taste experience.

Nessun commento:

Posta un commento