COME SOPRAVVIVERE AD UNA CROCIERA










Immagino che questo titolo vi stupisca un po', ma per quanto io adori andare in crociera ci sono delle cose da sapere prima della partenza.
Non voglio assolutamente fare la "saputella" ma semplicemente darvi qualche dritta su come affrontare al meglio la vita a bordo e rendere quindi la vostra vacanza davvero indimenticabile.

1. La mappa del tesoro
Il primo punto su cui concentrarsi prima di qualsiasi altra cosa è la scelta dell'itinerario. Come una preziosa mappa va letto e riletto e valutati i pro e i contro di ogni scalo. Quando poi vi ritroverete a passeggiare in una città che vi piace tanto non potrete dire: "Ma come, ci fermiamo solo per 4 ore?!". In ogni catalogo di ogni compagnia a fianco dell'itinerario vengono sempre indicati gli orari di arrivo e partenza... sì certo non viene scritto il risultato, ma forza e coraggio... 12-8 non richiede una grande energia!

2. Il colosso
Si avete capito bene sto parlando della nave. Nell'immaginario comune la nave viene identificata al pari di un traghetto, ma la realtà è ben diversa. Dimensioni, stazza, numero dei passeggeri, tutto è amplificato all'ennesima potenza e così già dalla banchina avrete la prima sensazione di maestosità e quella leggera sbruffonaggine (che caratterizza il tipico italiano) di sapere tutto si butterà direttamente in acqua dopo avervi dato una pacca sulla spalla. Una volta saliti a bordo vi troverete catapultati in un oasi di luci e colori, con una moltitudine di persone multilingue e rimarrete per qualche minuto a bocca aperta senza sapere dove andare  fino a quando un gentile inserviente dalla divisa impeccabile vi aiuterà a raggiungere la vostra cabina.
Ora, se prima di partire date una piccola occhiata al piano nave presente su tutti i cataloghi e siti web delle diverse compagnie, potreste avere qualche difficoltà in meno nel muovervi.

3. La criogenia
Vi starete chiedendo cosa c'entra la scienza con una crociera... criogenia letteralmente significa "produzione di freddo ghiacciato" ed è quello che troverete in ogni angolo della nave e soprattutto nella vostra cabina. Certo per il mantenimento di noi signore è sicuramente l'ideale, le rughe non aumentano e il trucco non si scioglie, ma qualche problemino al pancino potreste averlo. Portatevi sempre un maglioncino o uno scialle, soprattutto se andate in posti caldi, la differenza di temperatura tra l'esterno e l'interno è notevole. Per la cabina invece se avete il balcone, tenete aperta la finestra il più possibile... entrerà un bel tepore. Consiglio un pigiama di cotone ma magari a manica lunga... lo so, lo so, pensavate già alla sottoveste di seta ma cosa vi devo dire io sono freddolosa! 

4. Date cibo agli affamati
Si perchè vi renderete subito conto di quanto cibo c'è a bordo. Si parte dalla colazione intorno alle 6.30 del mattino per chiudere il ciclo a mezzanotte con il buffet. Nel mezzo però ci stanno pranzi e spuntini ad ogni ora. Vi accorgerete anche di come la gente si trasformi all'idea che tutto il cibo è compreso nel prezzo... vedrete ragazze secche secche che di solito mangiano solo insalata (la parte bianca che meno ingrassa...) riempirsi i vassoi e costruire delle torri di brioches. Oppure dolci ed esili nonnine che diventano giocatori di rugby per non farsi portare via il posto nella fila. Non preoccupatevi il cibo sulla nave non finisce mai! Non fatevi venire l'ansia degli orari... ogni volta che qualche vassoio si svuota passa Speedy Gonzales e lo riempie. Se pranzate al buffet (sicuramente molto più pratico) recatevi alla postazione più lontana dalle piscine, troverete più calma e molta gente in meno.

5. Comings e goings
Una delle domande più frequenti delle nuove reclute è: "Ma dalla nave posso salire e scendere quando voglio?". Assolutamente sì... assicuratevi però di essere attraccati. Non è bello sentire urlare "Uomo in mare!!!". A parte gli scherzi... è possibile scendere e salire dalla nave tutte le volte che si vuole. Sul programma del giorno troverete indicati l'orario d'inizio per lo sbarco e l'orario del "tutti a bordo". Per quanto riguarda l'ora dello sbarco vi consiglio di non seguirlo proprio alla lettera... eviterete così la ressa all'uscita. Attenzione invece all'ora prevista per la partenza: la crociera deve proseguire, con o senza di voi! Credeteci capita continuamente che qualche ospite sia in ritardo e che venga chiamato all'altoparlante e personalmente ho visto anche la nave partire. E i ritardatari? Lasciati a terra!

6. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio
Ad ogni crociera sento molta gente lamentarsi dei controlli in uscita e entrata dalla nave. Partiamo dal presupposto che i gentili addetti alla sicurezza non hanno la più pallida idea di chi voi siate. Aggiungiamoci il fatto che ogni settimana vedono mediamente 2000 persone provenienti da ogni angolo del mondo. Non preoccupatevi non vogliono guardare nelle vostre borse per rivendere la merce e se vogliono vedere la foto sui documenti non è per farsi due risate o constatare il grado di invecchiamento... è solo una questione di sicurezza ed è bene capirlo da subito ed essere collaborativi!

7. Per tutto il resto c'è... la CARD
Questa tessera sarà il vostro ologramma per tutta la durata della crociera. Le vostre azioni saranno scandite dallo strisciare della card! Posso immaginare che a questo punto qualcuno di voi si chieda: "Ma come devo timbrare anche in vacanza?". Sì, assolutamente! Come si potrebbe altrimenti salpare ad ogni scalo con la certezza che tutti gli ospiti siano a bordo? Beh in effetti il direttore di crociera potrebbe mettersi d'impegno e fare l'appello, come quando si va in gita con la scuola...
La card inoltre viene usata per ogni pagamento a bordo o prenotazione, quindi per evitare l'ultimo giorno di dovervi alzare alle 5.00 per effettuare il saldo del conto, vi consiglio di registrare la carta di credito.

Spero con questo post di avervi strappato qualche sorriso... in realtà ci sarebbero tante altre cose da scrivere, perchè vi assicuro che in 10 anni di crociere ne ho viste e sentite tante!
Se volete saperne di più andate nel forum di www.crocieristi.it, tanti amici vi potranno essere d'aiuto.
Comunque il consiglio più importante che posso darvi è quello di ricordarvi sempre che siete in vacanza, che dovete divertirvi e rilassarvi e che se vivete tutto con un bel sorriso sulle labbra... beh sarete anche più belli!


Nessun commento:

Posta un commento